Menu Chiudi

Quanto è difficile a volte…

L’iscrizione ai social, più che per condividere virtualmente momenti di vita con qualcuno che non si conosce, era influenzata dal desiderio di far conoscere progetti da noi realizzati.
Alcuni progetti servivano ad organizzare e ottimizzare fasi lavorative, altri invece erano legati allo svago e al tempo libero.
Tra i vari progetti, uno in particolare, ha richiesto tempo, dedizione e passione ed è quello che fra tutti ha avuto più difficoltà a farsi strada.
Riassunto in un tweet il percorso e le difficoltà incontrate in un lungo lasso di tempo.

l'ideatore di un progetto informatico è quella persone che impiega 10 anni a realizzarlo e almeno 20 per non riuscire a spiegare di cosa si tratta

Raccolta la sfida, a fine anni ’90, di poter interagire con persone appassionate di enigmistica senza tener conto della distanza.
La risposta ad oggi è stato un cruciverba, condiviso e basato su libri a cui è stato dato il nome CruciLibro.
Molte le tappe intermedie, difficile elencarle tutte, tra le più rilevanti la prenotazione per serate enigmistiche, la classifica, la tela di Penelope e il coinvolgimento di alcuni scrittori.
Il grosso problema che abbiamo incontrato è che si tratta di un cruciverba di cui tutti hanno le idee chiare e sanno di cosa si tratta, le sue peculiarità non contano e passano in secondo piano.

Quanto è difficile…

risolvere Crucilibro con colleghi di altri uffici durante le pause pranzo

Una volta caduti nell’equivoco e quasi impossibile uscirne, teniamo a questo progetto, unico nel suo genere, per questo motivo abbiamo deciso di prenderci uno spazio per poterlo condividere, con tutta la calma e il tempo necessario.
Passi che sia un cruciverba, che usi libri, ma per noi che lo abbiamo realizzato affascina ancora oggi che più persone, non importa chi e da dove, possano interagire e risolverlo insieme.
Unendo due delle possibilità elencate sopra è possibile organizzare una serata enigmistica fra amici e poco importa se questi abitano a Milano, Torino, Cagliari o Palermo.
Trovato un Crucilibro non ancora iniziato lo si può prenotare, alla data richiesta si sblocca, ridiventa disponibile ed essendo condiviso chiunque, da qualsiasi luogo si colleghi, può inserire risposte.
Fantascienza? no assolutamente, è il risultato di una sfida vinta di cui pochi ne conoscono l’esistenza e molti, credendo di sapere, danno per scontato.

Considerazioni

Teniamo a precisare, come scritto in altri posti e in diverse occasioni, che l’enigmistica condivisa non può e non vuole essere enigmistica alternativa ma un modo diverso di fare enigmistica.
Penna o matita? il quesito, che da sempre divide gli appassionati di enigmistica, continuerà a ripetersi anche, se a nostro avviso, si potrebbero ogni tanto mettere da parte per provare un diverso approccio: il Crucilibro, meglio dettagliato nell’articolo “Crucilibro: parliamone
Iscrivendosi a Quipercaso si ha la possibilità di fare domande e/o scambiare impressioni su libri letti, sull’enigmistica condivisa e sulle altre possibilità del Crucilibro non citate per motivi di spazio.

Iscriviti a Quipercaso

0
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com