Menu Chiudi

CruciLibro: parliamone…

Il termine CruciLibro comincia a circolare dopo aver conosciuto alcuni scrittori su Twitter ma ancor più i loro libri, con essi si realizzano i primi CruciLibro, il “Cruciverba Condiviso dei Libri”.
Iniziativa che ha riscontrato subito simpatia per la sua originalità, l’uso dei libri, ma che da subito ha perso la sua peculiarità, la condivisione.
Gradita e dettagliata, ad esempio, la descrizione del CruciLibro trovata sul sito dello scrittore Roberto Bonfanti a proposito del suo libro “Alice” ma la condivisione enigmistica che la caratterizza comincia a passare in secondo piano.
Fin da subito, infatti, il “Cruciverba Condiviso dei Libri” diventa su Twitter il “Cruciverba dei Libri”.
Differenza all’apparenza irrilevante, per noi impegno durato alcuni anni…

Cruciverba Condiviso dei Libri

è stata la tappa finale di un cammino iniziato da una considerazione e da una domanda.
Dato che:
A scacchi, dama, poker e quant’altro due o più persone riescono a sfidarsi online come fossero sedute allo stesso tavolo una di fronte all’altra.
Ci siamo chiesti se:
Due solutori hanno modo di collaborare online sullo stesso (attenzione non uguale) sullo stesso cruciverba?
Il nostro progetto di Enigmistica Condivisa è stata la risposta e il “Cruciverba Condiviso dei Libri” la realizzazione pratica.
Per semplicità analizziamo un termine alla volta:

Cruciverba

Gli enigmi si presentano sotto svariate forme: anagrammi, rebus, indovinelli, sudoku, giochi matematici e cruciverba, in questi ultimi abbiamo trovato la possibile piattaforma di incontro.
All’inizio si era scelto il classico serpentone e la sua soluzione svelava un’aforisma o una frase celebre, recentemente il serpentone è stato sostituito da uno schema ad intarsio.
Trovata la piattaforma occorreva trovare il modo per fare interagire 2 o più persone.

Condivisione

esempio di più persone che scrivono sullo stesso cruciverba, in realtà la scrittura avviene online e le persone sono distanti tra loro
più solutori sullo schema

Tentativi di migrazione dell’enigmistica verso ambienti online c’erano stati ma per la maggior parte erano e sono tuttora, un cambio di supporto, un passaggio da cartaceo a pc (o dispositivo mobile) lasciando inalterata la sostanza.
Scelta non condivisa, il web e internet offrono molti strumenti e se questi non vengono adottati anche in campo enigmistico (forse) è meglio lasciare le cose come sono.
La novità, diventata vera sfida informatica, era rendere la piattaforma scelta accessibile a più persone e da più luoghi simultaneamente.
A ben vedere un motivo per cui l’enigmistica era rimasta un passettino indietro c’era, facendo riferimento all’esempio precedente una scacchiera è un elemento passivo fra due persone che si sfidano, un cruciverba invece deve essere elemento attivo, oltre a memorizzare le risposte dei partecipanti ha il compito di dire ad ognuno “la tua risposta è giusta o sbagliata”.
Questo è il motivo per cui ci siamo permessi, nella definizione di CruciLibro, di specificare l’aggettivo Condiviso.
Dalla premessa appena fatta si può capire la grossa differenza che distingue un Cruciverba (un solo solutore) da un Cruciverba Condiviso (più solutori).

Libri

L’utilizzo dei libri come definizioni è stata una fortunata intuizione, suggerita dal fatto che su Twitter i libri scorrevano in grande quantità.
Trattandosi di soli libri, quindi cruciverba monotematici, non era necessario ripetere di volta in volta “scritto da Tizio”, “scritto da Caio” ecc. ma potevano essere presentati in altro modo, ad esempio, in un video di youtube al di fuori dello schema.
Un esempio reale rende sicuramente più comprensibile quest’ultima parte.
È stato realizzato un Crucilibro dedicato a Pablo Neruda, la soluzione svela un suo pensiero.
I 19 libri dal titolo oscurato, definizioni del Crucilibro, sono stati raccolti e pubblicati nel seguente video:

lo schema dedicato a Pablo Neruda si raggiunge invece tramite il seguente link:
https://www.renzo-vitale.it/crucilibro/0007.php

Era nostra intenzione creare qualcosa di diverso e ci siamo riusciti, il CruciLibro non pretende di essere un’alternativa all’enigmistica cartacea ma si propone come un diverso modo di fare enigmistica, risolvere schemi con altre persone collegate online.
Iscrivendosi a Quipercaso si ha la possibilità di fare domande e/o scambiare impressioni su libri letti, sull’enigmistica condivisa e sulle altre possibilità del Crucilibro (non citate per motivi di spazio) ad esempio la classifica, le tracce lasciate e la tela di Penelope.

Iscriviti a Quipercaso

0
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com